[IN ARRIVO] La tua banca è differente? Evento di approfondimento sul Bail In

Il cammino del Rinoceronte prosegue, lento ma inesorabile.

Dopo l’evento inaugurale del 3 dicembre scorso – con la magistrale relazione del prof. M. L. Bassani – il 1 febbraio Vespero ha in programma una serata sul tema del c.d. bail in bancario.

Si tratta – come sottolinea Vittorio Silva sul nostro sito – di quella serie di normative entrate in vigore il 1° Gennaio nell’Unione Europea e che, in caso di dissesto conclamato di un istituto bancario, impediranno agli Stati dell’Unione di “salvare” tale istituto, non prima che gli stakeholder privati abbiano subito in prima persona una parte rilevante di perdite.

Si tratta di una questione giunta all’attenzione del pubblico di massa anche a causa dei fatti che hanno interessato Banca Etruria & co. Al fine di evitare di cedere al propagandismo al quale si sono concessi i politicanti nostrani, è il caso di approfondire la questione e fare chiarezza.

Abbiamo deciso di dare il nostro contributo organizzando un dibattito fra esperti del settore. Il 1 febbraio, presso la Sala Grande de l’Istituto scolastico Sant’Eufemia, Vespero ospiterà il prof. Riccardo Puglisi (Università di Pavia, La Voce, Italia Unica), l’avv. Corrado Sforza Fogliani (già Presidente di Banca di Piacenza, attualmente Presidente del Centro Studi di Confedilizia e Assopopolari), Gaia Scacciavillani e Paolo Fior (redazione economica de Il Fatto Quotidiano).

I predetti ospiti saranno moderati e incalzati dal nostro Vittorio Silva onde far chiarezza sul mutato contesto normativo nonché sul livello di rischio per risparmiatori ed investitori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...