La più bella de che?

Park Hotel, ore 21.00. Sala gremita per il terzo e ultimo incontro organizzato dal Rinoceronte sul tema riforme costituzionali.

Prima di dare avvio ai lavori, sono stati distribuiti gli attestati di partecipazione al primo corso di formazione manageriale organizzato da Vespero, in collaborazione con l’Ing. Riccardo Golini.

Foto consegna attestati.jpg

Dopo Galli della Loggia e D’alimonte, è toccato a Federico Cartelli gettare il sasso nello stagno e provare ad alimentare un serio dibattito attorno alla riforma che quest’autunno ci vedrà chiamati ad esprimere il nostro voto in sede referendaria.

Federico Cartelli, veneto “in prestito” a Salerno, autore ed editore del libro “Costituzione Stato e Crisi” e fondatore di “The Fielder”.

Ho fortemente voluto che Cartelli partecipasse al nostro ciclo di incontri per due ragioni molto chiare:

  1. il suo è, credo, uno dei pochissimi elaborati di critica contro la c.d. costituzione più bella del mondo, la c.d. bibbia civile, ecc;
  2. il suo primo elaborato non è altro che il frutto delle sue fatiche e della sua indipendenza intellettuale, senza alcun legame con partiti o altri centri di potere “interessati”. A dimostrazione del fatto che per usare il cervello non serve essere parrucconi over 70.

La serata si è sviluppata essenzialmente lungo due direzioni; in un primo momento si è dato ampio spazio al libro e, in un secondo tempo, si è affrontato il tema della riforma costituzionale.

Cartelli è indubbiamente contrario alla riforma “Boschi”, tanto che nelle scorse settimane ha pubblicato un secondo volume intitolato “Guida rapida e razionale contro la riforma costituzionale”, con Cartelli ancora una volta nella duplice veste di autore ed editore di se stesso.

Al seguente link si può ascoltare la registrazione del dibattito:

https://archive.org/details/cartelli20160630

Tavolo relatori Cartell

Nel libro “Costituzione Stato e Crisi” Cartelli tratta, fra altri, l’illusione della sovranità e federalismo.

Anche da questo punto di vista, il giudizio di Cartelli sulla riforma costituzionale è assolutamente critico, “un ritorno al passato, si riporta il titolo V al 2001”. Ad opinione dell’autore il ritorno al centralismo non è una soluzione percorribile in un contesto globalizzato come quello attuale, in quanto si finisce per “livellare verso il basso” alcune esperienze regionali virtuose come quella lombarda.

Particolarmente significativo è il parere di Cartelli in ordine al nuovo Senato.

Il nostro relatore ritiene, infatti, che il progetto di riforma sia di fatto una brutta copia del senato austriaco che attualmente risulta in grave crisi. In particolare evidenzia come la riforma non prevede i criteri di scelta dei senatori stessi.

Sul punto è stato particolarmente significativo la replica del nostro Alberto Squeri, secondo il quale l’attuale riforma non è certo l'”ottimo” ma è frutto del miglior compresso politico ottenibile in questo periodo e comunque migliorativa della situazione – fallimentare – attuale.

Cartelli, dal canto suo, ritiene che con tutti i problemi di oggi, l’unica mossa sensata avrebbe potuto essere insistere sull’art. 116 Cost. ovvero premiare gli enti locali più virtuosi. Con la riforma Boschi-Renzi il nuovo senato sarà il caos totale, sarebbe stato più coerente e coraggioso abolire il senato.

Sul punto si è poi accesso un vivace dibattito fra contrari e favorevoli alla riforma.

Interessanti gli interventi del vice presidente della Provincia di Piacenza e del nostro Carlo Annoni che potere rinvenire al link sopra indicato.

Dal nostro punto di vista non possiamo che ritenerci soddisfatti di aver dato modo alla cittadinanza piacentina di confrontarsi con autorevoli relatori su un tema delicato e contingente come quello della riforma costituzionale.

Lo abbiamo voluto fare con la massima “laicità” del caso, invitando ospiti con sensibilità ed opinioni contrastanti.

A settembre proseguirà la distribuzione di un piccolo volume divulgativo.

Seguite le orme del Rinoceronte….

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...